Articoli

Musica per matrimonio e ricerche sul web

Come ogni anno, è tempo di bilanci; stavolta, forse con un certo anticipo (in fondo siamo ancora a dicembre!) il portale Yahoo! ha diramato quelle che sono le parole più cliccate in Italia sul proprio motore di ricerca. La più popolare è “Expo Milano 2015”, ma tra le dieci in classifica, ben tre appartengono ad artisti del mondo della musica. Si tratta di personaggi molto diversi tra loro, due italiani e una americana. Tutti sono stati dei grandi protagonisti anche nelle feste di matrimonio che abbiamo curato in questo 2015. Ma ora, da bravi DJ per matrimoni, cominciamo con la classifica! Continua a leggere

SPOSI E JOVANOTTI TRA GLI SCAFFALI DEL CENTRO COMMERCIALE

Al motto “Lavoriamo qui, ci siamo conosciuti qui, tutto è iniziato qui, ma che c’è di male a sposarsi al Wal-Mart?” una coppia del Nebraska ha deciso di giurarsi amore eterno nel centro commerciale York Walmart Supercenter.
Certo, ormai nei grandi supermercati si può fare di tutto, ma credo che alla celebrazione delle nozze non ci abbia ancora pensato nessuno.

Lui, Robert, da 12 anni fa il manager al reparto frutta del Wal-Mart. Lei, Crystal, dirige la sezione gastronomia da 5. Per la cerimonia, però, hanno scelto il luogo più “romantico” a disposizione: il reparto giardinaggio, di cui si può vedere uno scorcio (impedibile…) nella foto in alto (il viola della cravatta dell’ufficiale matrimoniale e del gilet dello sposo parlano da soli).

DRITTI VERSO UN ALTRO PRIMATO
A Robert e Crystal non basta però essere i primi a sposarsi in un centro commerciale, e potrebbero battere una altro primato e diventare i migliori clienti del supermercato. Potrebbero riuscirci, calcolando che Robert ha tre figli e Crystal ha quattro bambini (il più grande ha sei anni)… certo che con tutta quella pubblicità che hanno fatto al centro Walmart avrebbero diritto almeno a una spesa gratis.

Speriamo che per il catering non si siano rivolti al MacDonald’s all’interno del supermercato, e che
per il viaggio di nozze non abbiano deciso di girare gli altri reparti a bordo di un carrello…:-)

CHE CI FA JOVANOTTI TRA GLI SCAFFALI?
Scherzi a parte, è curioso notare che il supermercato sia stato usato anche per girare vari video musicali.
Quello che secondo noi vale la pena ricordare è quello di Jovanotti, “Io penso positivo” una canzone che a noi piace moltissimo, un vero e proprio inno a vivere la vita in maniera positiva e responsabile. Jovanotti, tra l’altro, dobbiamo dire che in questi mesi è sempre più richiesto dagli sposi con la sua “A Te” per il primo ballo.
Ma guardiamocelo proprio con “IO PENSO POSITIVO”:

Dixan3[1]

PS: se vuoi scoprire come realizzare la Tua festa di matrimonio con musica personalizzata e animazione coinvolgente, chiamaci al numero verde 800 13 43 10, ti aspettiamo!

Matrimonio in dialetto, l’ultima “follia”

E adess v’el disi be’l ciaa’r: da quest mume’nt chi’ sii mari’ e mije’e
(da questo momento vi dichiaro marito e moglie).

Questa e’ stata la parola chiave del primo matrimonio (civile) in dialetto. E’ stato celebrato ieri, (3 settembre) a Palazzo Cernezzi, sede del Municipio di Como, davanti all’assessore Diego Peverelli, che ha provveduto personalmente a tradurre in comasco gli articoli del Codice civile e le relative formule.

UN VERO MATRIMONIO BILINGUE
I due sposini (lei classe ’55, lui del ’48), legati visceralmente alla loro terra, hanno voluto fare una sorpresa ai loro invitati (si presume tutti “lumbard”) facendo celebrare il rito, oltre che in italiano, anche in dialetto. Proprio come accade per i matrimoni misti, celebrati in due lingue.
Persino il libretto per seguire la cerimonia era redatto nella nostra lingua nazionale e in comasco: della serie, se qualcosa poi dovesse andare “storta”, nessuno potra’ dire di non aver capito bene…

Insomma, un’organizzazione perfetta, che probabilmente verra’ copiata da altri sposi particolarmente legati alla tradizione, sempre che riescano a trovare un sindaco o un assessore che mastichi il dialetto a dovere…

VAN DE SFROOS: IL RE DELLA MUSICA LARIANA
Gia’ immaginiamo quale pota’ essere stata la colonna sonora del matrimonio: sicuramente ha spadronaggiato il repertorio di Davide Van de Sfroos, idolo locale che compone canzoni solamente in dialetto lariano. E’ un personaggio molto apprezzato, con un pubblico che va dai ragazzini agli anziani. Ebbene si’, noi di Matrimusica passiamo con nonchalance dagli ultimi successi di Bob Sinclar alle canzoni popolari. Ma sempre con il nostro stile…
www.matrimusica.it

Matrimoni on-line: ora si può!

Ebbene sì: chi si sposa a Venezia ora può trasmettere on-line l’evento, facendolo vedere a tutto il Mondo! Il servizio ‘Diretta Internet’ del Comune di Venezia non è un “esercizio tecnologico” fine a se stesso, ma un ottimo esempio di come il computer possa aiutare a ridurre le distanze.
Rendere partecipi, seppure virtualmente, il momento del “Sì” parenti e amici troppo lontani dal luogo della cerimonia rappresenta un’opportunità interessante per tutte le coppie, ma soprattutto per quelle straniere (tantissime) che scelgono la laguna come luogo per il loro matrimonio: pensate che rappresentano la maggioranza delle 1400 che ogni anno si sposano a Venezia!

Sì MA…QUANTO COSTA?
Il servizio ‘Diretta Internet’ è attivo nello storico Palazzo Cavalli, che si trova in una delle più suggestive zone di Venezia (si affaccia sul Canal Grande a ridosso del Ponte di Rialto). Il costo è di 120 euro per chi prenota on-line; bisogna aggiungere l’affitto della sala, che parte da 500 euro. Le tariffe complete le trovate qui; il modulo per prenotare le nozze, a cui va specificato che ci si vuole avvalere del servizio Internet è all’indirizzo www.weddinginvenice.org.

E la Musica? Beh, per quella siete nel posto giusto…noi di Matrimusica siamo a nostro agio anche in queste situazioni di Gran Classe: c’è un occhio particolare all’installazione dell’impianto, che deve integrarsi alla perfezione anche in presenza di architetture particolari, e il repertorio sarà adeguato all’occasione e al buon gusto degli sposi (che sarà notevole, vista la location così suggestiva!) e degli ospiti.

www.matrimusica.it

Ma torniamo a parlare di Internet…curioso vedere che il web sia “amico” dei matrimoni ma anche, in certi casi, vada incontro alle esigenze di chi vuole divorzi “lampo”…

In Brasile è in discussione l’adozione di un progetto di legge che snellisce (sin troppo…) la prassi per il divorzio: per i coniugi basta inviare una mail con il consenso e i documenti del matrimonio al giudice, che può decidere per la cessazione immediata del vincolo. In questo modo, verrebbe alleggerito il “peso” per i tribunali, dato che le coppie che divorziano ogni anno in Brasile sono 150 mila.

Va bene l’efficienza, ma non credete che il sistema sia un po’ troppo sbrigativo?

Matrimonio: Ecco un’idea da copiare per distinguersi …e fare del bene

Ti piacciono cosi tanto gli animali che vorresti renderli protagonisti anche nel giorno più importante della tua vita? Guarda un po’ cosa hanno organizzato Viviana, 33 anni, curatrice darte di Savona, e Davide, florovivaista trentaquattrenne di Borghetto Santo Spirito.

LEVRIERI E BOXER NELLA LISTA DEGLI INVITATI
I due sposini, membri dell´associazione G.A.C.I, dedita al recupero dei levrieri maltrattati, non si sono limitati a mandare le partecipazioni al loro matrimonio ad amici e parenti (tutti amanti degli animali): hanno esteso l’invito alla celebrazione e al rinfresco anche ai loro cani! Si parla di 130 “cristiani” e una sessantina tra levrieri, boxer, greyhound, barboncini, golden-retriever, terranova.

AMICI DEI CANI, MA ANCHE DEI POVERI AFRICANI
La location è la parrocchia di San Martino a Borgio Verezzi (SV), in un giorno non scelto a caso: oggi, 16 agosto, San Rocco, patrono degli amici a quattro zampe.
Dopo la cerimonia, a cui i cani possono assistere a distanza (fuori dalle mura della chiesa), l’allegra comitiva si sposta nel Parco del Marchese a Toirano, dove le volontarie preparano il pranzo di nozze “equo e solidale”: il costo sostenuto per il banchetto viene devoluto dagli sposi alla missione umanitaria “Y-Roll” in Sudan.
Ovviamente, per gli ospiti “canini”, viene riservato un trattamento speciale: hanno a disposizione uno spazio dedicato, con tanto di “doggy bar” e “doggy buffet” (roba da leccarsi i baffi), con giochi per tutti.

E LA MUSICA??
Che canzoni avranno scelto Viviana e Davide per accompagnare il ricevimento? Scommettiamo che le loro preferenze saranno andate a tutto il repertorio di…. Snoop Doggy Dog :-)

Scherzi a parte, complimenti agli sposini per aver fatto pubblicità a una meritevole associazione che tutela i cani, e per aver fatto una donazione alla missione umanitaria in Sudan. Insomma, nel giorno del matrimonio si può anche fare del bene! In fondo, come diceva Giobbe Covatta in uno spot a favore l’AMREF (associazione che si occupa dei bambini in Africa), “Basta poco, e checcevo’?”

Vieni a trovarci sul nostro sito www.matrimusica.it!